Jorginho: “Stiamo bene e vogliamo continuare la striscia positiva”

img_2207.jpg

“Contro il Sassuolo sarà una partita determinante per la volata Champions. Stiamo bene e vogliamo continuare su questa strada”. Jorginho lancia il rush finale del campionato ai microfoni di Radio Kiss Kiss. Il centrocampista azzurro parla delle prospettive future ma anche del suo rapporto stupendo con la città:

“Sto vivendo un momento molto buono e questo è merito di tutta la squadra. Siamo in una fase cruciale della stagione e vogliamo proseguire sulla striscia positiva di risultati”.

“Crediamo molto nel secondo posto e daremo tutto per cercare di conquistarlo. Ma la gara più importante è sempre quella che arriva per prima, quindi sarà fondamentale fare bene contro il Sassuolo”.

“Incontriamo un avversario che sta in buona salute, che in casa si esprime sempre in maniera brillante. Oltretutto giocheremo alle 12.30, un orario mai comodo, quindi dovremo davvero moltiplicare le forze per ottenere un risultato positivo”.

Contro l’Udinese grande assit a Mertens che è corso a ringraziarti dopo il gol. “L’abbraccio di Dries è stato molto bello ed emozionante. Gli ho messo un bel pallone in verticale ma il merito è anche di Marek che ha portato via l’avversario facendo spazio. Siamo un gruppo unito in campo e fuori da campo e si nota anche da questi gesti”.

La Juve non ha subìto gol con il Barcellona nella doppia sfida. Voi invece siete riusciti a segnare ben 3 gol in campionato: “Sì certamente è un aspetto che ci dà fuducia e ci rende ancor più consapevoli delle nostre possibilità. La Juve è una squadra fortissima, lo ha confermato anche ieri al Camp Nou, ed essere riusciti a metterla sotto è un gran risultato per noi. Dobbiamo proseguire così, con la certezza che stiamo facendo il percorso giusto”.

Obiettivo Champions, ma anche tuo obiettivo personale la Nazionale: “Sì, certamente. Sono già stato nell’orbita e vorrei tornare a giocare con l’azzurro dell’Italia, mi pare un desiderio legittimo da parte di ogni calciatore. Però è chiaro che ora penso a fare bene col Napoli, a dare il massimo per conquistare il secondo posto, poi a fine stagione vedremo dove saremo e nel caso riprendermo il discorso Nazionale”.

A Napoli stai bene ed hai detto che speri di rimanere ancora tanti anni: “Sono felicissimo di essere in questa squadra ed in questa città meravigliosa. Napoli è un posto speciale che va vissuto per comprenderne la bellezza. Vivere qui è stupendo e ti regala tantissime emozioni”