Martusciello: “Contro il Napoli serve la giusta cattiveria”

img_1184.jpg

Una sfida piena di amarcord e di ricordi, ma nella quale l´Empoli vuole mettere tutto l´impegno possibile per cercare di portare a casa punti fondamentali per la lotta salvezza. Alla vigilia della difficile sfida contro il Napoli il tecnico Giovanni Martusciello ha affermato: “Non ci sono ricette speciali per battere il Napoli, c´è solo da mettere dentro la rabbia giusta dopo una sconfitta pesante e la contestazione che è avvenuta per accesso di amore. Questa è una partita che va giocata con le armi nostre, una partita nella quale loro metteranno tutta la qualità di questo mondo”.

Il tecnico torna sulla contestazione dei tifosi e ammette: “Ad Empoli raramente succedono cose come domenica e questo ci ha dato la giusta spinta. Può essere servito per dare ancora più senso di appartenenza. Ci sono dei passaggi in cui siamo stati in difetto e nei quali dobbiamo provare a fare di più. Il confronto di domenica può servire da sprone in più da utilizzare con tutte le nostre forze. I ragazzi lo hanno capito e abbiamo fatto una settimana importante”.

Sulla sua posizione ha aggiunto: “Io non mi sono mai sentito in bilico è è questa una forza di questa società anche perché i dirigenti vedono il lavoro fatto in settimana. La società si è comportata con me come hanno fatto con i miei predecessori”.

Martusciello torna anche a parlare della pesante sconfitta di Chievo e aggiunge: “La percezione dopo aver rivisto la partita è diversa da quella che abbiamo avuto a caldo: abbiamo commesso degli errori, tanti, ma non è tutto da buttare. Dentro alla fine c´è stato qualcosa, anche se poco da salvare. Questi quattro schiaffi ci devono far rimettere i remi fuori dalla barca e ora dobbiamo cercare con la fatica di tornare fuori dalla tempesta. Nella difficoltà bisogna lottare e non arrendersi, questo ho sempre fatto nella mia vita”.

Hanno pochi punti deboli, ma fondamentale sarà l´approccio mentale. Lui è un maestro sulle palle inattive e sulle costruzioni di gioco.

Arriva ad Empoli, Sarri, che con Giovanni ha lavorato per ben tre anni, densi di tante soddisfazioni: “Credo che all’andata forse loro, fossero un pò più in difficoltà, anche se noi arrivavano con defezioni. Loro sicuramente sono migliorati in maniera netta ed evidente, ed hanno numeri straordinari. Con Maurizio ci siamo messaggiati dopo la Roma è il Real, anche se lui è uomo di poche parole. Con tutto lo staff c´è particolare affetto. Sono stati anni straordinari che mi hanno fatto apprezzare la qualità umana oltre a quella del professionista.

Parlando di singoli il tecnico ha aggiunto : “Mi chiedete di El Kaddouri, da lui mi aspetto che metta dentro la sua qualità, la sua personalità, anche se noi ragioniamo sempre da squadra e quindi sono le nostre reazioni da squadra che devono far risaltare le individualità. Su Buchel aggiungo che Marcel è un ragazzo buono e chi lo conosce lo sa. Ha fatto una bravata e l´ha pagata a caro prezzo. Purtroppo bisogna fare attenzione perché il momento è questo e quindi ogni cosa ti viene buttata addosso. In settimana l´ho visto abbastanza sereno”.

Per finire Martusciello è tornato sulla contestazione di domenica: “Io sono qui da 20 anni, ma so che c´è grande amore da parte di tutti. Ogni tanto é giusto palesare che bisogna andare in una direzione, che c´è chi fa sacrifici per noi è mi aspetto che domani tutti tiferanno come sempre. Mi auguro che, la gara di domani sia un bello spettacolo e che l´Empoli torni a fare l´Empoli

Fonte: Empoli FC