Martusciello: “Nella ripresa volevamo dare un senso alla partita, la reazione è stata giusta”

img_1218.jpg

Il tecnico dell’Empoli, Giovanni Martusciello, ha commentato ai microfoni di Radio Lady la sconfitta contro il Napoli: “La squadra aveva iniziato bene il primo tempo, anche meglio del Napoli. Fino al gol di Insigne i partenopei non avevano creato molto. Con l’andare del tempo Krunic ha rimediato una contusione sulla tibia e su quella corsia è emersa la qualità del Napoli. Nella ripresa ce la siamo andata a giocare senza alcun tipo di problema. Prenderne altre tre non sarebbe stato un problema, ma almeno dovevamo dare un senso alla sconfitta“.

Una prova convincente dopo la contestazione: “Noi non dobbiamo dimostrare nulla, dobbiamo riuscire a fare quello che abbiamo messo dentro nella ripresa. Abbiamo perso 4-1 con il Milan e 4-0 con la Fiorentina, avendo messo dentro molto più di loro. Dobbiamo essere molto più equilibrati nei giudizi: il campo è giudice, noi metteremo dentro questo e poi vedremo cosa succederà“.

Sugli attaccanti: “Thiam mi era piaciuto come era entrato domenica scorsa. Ha fatto una buona prestazione, sopratutto perché era all’esordio. Su Pucciarelli si è trattato di un normale attimo di nervosismo durante il cambio. Ci siamo chiariti ed è finito tutto subito“.

Sulla prestazione: “Ho visto la reazione che volevo vedere. Se il merito è stato della contestazione dei tifosi ben venga. Qua c’è tanto amore verso l’Empoli, se arrivano coi fischi o con gli applausi in modo educato sono sempre ben accetti“.

Sui 100 gol azzurri di Maccarone: “E’ un premio alla sua carriera e alla disponibilità. E’ stato premiato dall’ingresso molto cattivo che ha avuto, segnando il gol su rigore“.

La prossima è contro la Roma: “Dobbiamo recuperare sull’aspetto fisico. Prima di giovedì prossimo ci mancheranno molti nazionali, così come alla Roma“.